ESERCIZI

Anche se siete affamati dopo l’allenamento, fate attenzione a non cedere a cibi ricchi di grassi saturi (carne, formaggi, uova, latte, burro, insaccati, salumi) e, più ancora, i cosiddetti “trans” che sulle etichette dei prodotti alimentari sono riconoscibili con la dicitura “grassi vegetali  idrogenati”.  Per difendere cuore e vasi, camminate, camminate e ancora camminate. L’attività fisica deve essere costante e regolare.  I ricercatori americani del Veterans Affairs Medical Center di Washington DC, hanno rilevato quanto una camminata, la ginnastica dolce oppure hobby come il giardinaggio possano avere effetti significativi sui livelli di colesterolo.  Su diecimila soggetti ambosessi – tutti con colesterolo elevato – in dieci anni di studio, è stato rilevato che le persone che praticavano attività fisica avevano dal 60 al 70% probabilità in meno di morire rispetto a coloro che non si dedicavano ad attività fisica, ma assumevano le statine (inibitori dell’HMG-CoA reduttasi che agiscono a livello del fegato). In caso di combinata attività fisica unita alle statine, le speranze di vita aumentavano ancora.

CART

X