PREVENZIONE E TRATTAMENTO

Sono più esposti a questa affezione coloro che hanno la tendenza a respirare con la bocca anziché con il naso e chi lavora in ambienti polverosi o in presenza di gas irritanti. L’abuso di alcuni farmaci decongestionanti può determinare una reazione eccessiva (effetto rebound) per cui alla vasocostrizione indotta dal farmaco segue una vasodilatazione eccessiva con un peggioramento dell’ostruzione nasale che a lungo andare può diventare cronica.

Il trattamento della rinite acuta è sintomatico: possono essere utilizzati i decongestionanti nasali, (vasocostrizione topica con un’ammina simpatico-mimetica, come Fenilefrina 0,25% ogni 3-4 ore per non di più di 7 giorni; o ammine simpaticomimetiche sistemiche, come pseudoefedrina 30mg per via orale ogni 4-6 ore) ma per brevi periodi, per evitare gli effetti descritti in precedenza. Gli antistaminici sono utili ma possona presentare alcuni effetti indesiderati. Alcuni seccano le mucose e pertanto aumentano l’irritazione. I decongestionanti possono anche alleviare i sintomi di rinite batterica acuta e di rinite cronica,per quanto riguarda invece una sottostante infezione batterica richiede l’esame colturale o la biopsia,l’identificazione del patogeno,la sensibilità agli antibiotici e un appropriato trattamento antimicrobico.

Il trattamento della rinite atrofica è diretta alla riduzione delle croste e all’eliminazione del cattivo odore con antibiotici topici (es. bacitracina),estrogeni topici o sistemici e vitamine A e D. L’occlusione o la riduzione chirurgica della pervietà delle cavità nasali riduce la formazione di croste causata dall’effetto essiccante del flusso d’aria sulla mucosa atrofica.

Il trattamento della rinite vasomotoria: i pazienti traggono beneficio dall’umidificazione dell’aria che si può ottenere grazie ad un sistema di riscaldamento centralizzato umidificante o da un vaporizzatore nella stanza di lavoro o da letto. Le ammine simpaticomimetiche sistemiche (es. negli adulti pseudoefedrina 30mg per via orale ogni 4-6 ore al bisogno) riducono i sintomi,ma non sono consigliate per un uso a lungo termine. I vasocostrittori topici meglio impiegarli con parsimonia o eviatarne l’impiego poiché rendono i vasi della mucosa nasale insensibili ad altri stimoli vasocostrittori.

Il trattamento della rinite cronica. Si consigliano il soggiorno in ambiente marino e la terapia inalatoria con acque sulfuree e salsoiodiche.

Il trattamento della rinite allergica stagionale e di quella allergica perenne è generalmente lo stesso sebbene,nel caso di rinite permanente,siano consigliati tentativi di controllo ambientale (es. per eliminare acari della polvere e scarafaggi). I trattamenti farmacologici di prima linea più efficaci si basano sugli antistaminici PO con i decongestionanti PO o sui corticosteroidi nasali con o senza antistaminici PO.

Altri farmaci comprendono gli stabilizzanti dei mastociti nasali (cromoglicato e Nedocromile) somministrati bid o quid, l’anti-H1 nasale Azelastina al dosaggio di 2 spruzzi una volta/die e l’Ipratropium nasale 0,03%, 2 spruzzi ogni 4-6 ore, che allevia la rinorrea. La soluzione fisiologica endonasale,mobilizza le spesse secrezioni nasali e idrata le membrane mucose. L’immunoterapia è più efficace in caso di rinite stagionale che non in caso di rinite permanente allergica; è indicata quando i sintomi sono gravi,l’allergene non può essere evitato e la terapia farmacologica è inadeguata. Il Montelukast allevia i sintomi della rinite allergica,ma il suo ruolo in relazione agli altri trattamenti non è chiaro. Il trattamento delle NARES si basa sui corticosteroidi nasali. La terapia di sensibilizzazione dell’aspirina è la seguente: evitamento dell’aspirina con desensibilizzazione e somministrazione di inibitori dei leucotrieni al bisogno; i polipi nasali possono rispondere ai corticosteroidi nasali.

Ruolo del farmacista nel trattamento terapeutico

La rinite allergica stagionale (febbre da fieno) colpisce il 10-15% delle persone e milioni di pazienti ricorrono a medicinali OTC per il trattamento. I sintomi delle riniti allergiche sono legati alla liberazione nel sangue di istamina prima fattore d’attivazione del processo infiammatorio ,che scaturisce dalla presenza di allergeni i quali si depositano nella mucosa nasale. Gli allergeni responsabili della rinite allergica stagionale includono i pollini dell’erba,pollini degli alberi e spore fungine delle muffe. Le riniti allergiche perenni si verificano quando i sintomi persistono per tutto l’anno e sono comunemente causate da acari della polvere e peli di animali. Alcuni pazienti possono soffrire di riniti perenni, le quali peggiorano durante i mesi estivi. Una volta che il Farmacista ha escluso condizioni più serie, si può raccomandare la cura con specifici OTC. Le possibilità di cura includono antistaminici, steroidi nasali e il cromoglicato di sodio in formulazioni per il naso e per gli occhi. Gli antistaminici OTC,gli steroidi nasali in spray sono efficaci nel trattamento della rinite allergica. Molti casi di febbre da fieno possono essere curati con OTC. I pazienti con sintomi che non rispondono agli OTC devono rivolgersi al medico. Il Farmacista inoltre ha un ruolo importante nell’accertarsi che i pazienti sappiano usare correttamente tutte le medicine prescritte (per es.: steroide nasale in spray, usato continuamente dal paziente per trarne vantaggi).

Antistaminici: riescono a riduzurre il numero degli starnuti e la pesantezza della rinorrea,meno efficaci nel ridurre la congestione nasale. Gli antistaminici non sedativi disponibili come OTC includono acrivastina,cetirizina e loratadina. Tutti sono efficaci nel ridurre i sintomi fastidiosi della febbre da fieno ed hanno il vantaggio di causare minore sedazione rispetto agli antistaminici più vecchi. Cetirizina e loratadina sono somministrati una sola volta al giorno mentre acrivastina tre volte al giorno. Le dosi suggerite non dovrebbero essere superate. La vendita di OTC,acrivastatina,cetirizina e loratadina è consigliata ai bambini al di sopra dei 12 anni. Nonostante la sonnolenza sia un effetto collaterale molto raro di questi tre farmaci,i pazienti dovrebbero essere ben informati nell’utilizzarli il giorno prima di guidare o usare macchine. Acrivastatina,cetirizina e loratadina possono essere usati per altre patologie allergiche della pelle come la rinite perenne e l’orticaria. I più vecchi antistaminici,come la prometazina e la difenidramina,recano più facilmente l’effetto sedativo. La più breve emivita della difenidramina (5-8 h paragonate alle 8-12 h della prometazina) dovrebbe rappresentare una minor probabilità di avere effetti di residui di sonnolenza al mattino. Altri antistaminici più vecchi sono relativamente meno sedativi,come la Clorofeniramina (clorofeniramina) e la Clemastina. I pazienti possono sviluppare tolleranza verso i loro effetti sedativi.

Antistaminici topici (azione locale)

Trattamenti nasali: Azenastina e levocabastina sono usati per la rinite allergica (il trattamento dovrebbe cominciare 2-3 settimane prima dell’inizio della stagione della febbre da fieno). Azelastina e levocabastina sono disponibili come spray nasali acquosi. Azelastina e levocabastina possono essere usati dagli adulti e dai bambini sopra i 5 anni. Il paziente deve mantenere la testa dritta durante l’uso per evitare che il liquido goccioli nella gola.

Trattamenti oculari: Levocabastina in gocce oculari può essere impiegata dai bambini con oltre 12 anni d’età e dagli adulti per il trattamento della congiuntivite allergica stagionale.

Interazioni degli antistaminici: i potenziali effetti sedativi dei più vecchi antistaminici sono incrementati dall’alcool,dagli ipnotici,dai sedativi e dagli ansiolitici. Dovrebbe essere ricordato il contenuto di alcool di alcuni medicinali OTC. La concentrazione plasmatica degli antistaminici non sedativi può essere aumentata dal Ritonavir;la concentrazione plasmatica della loratadina può essere aumentata dall’amprenavir e dalla cimetidina. Effetti collaterali degli antistaminici: il maggior effetto secondario dei più vecchi antistaminici è la loro capacità di provocare sonnolenza. La loro attività può provocare inoltre bocca secca,visione offuscata,costipazione,ritenzione urinaria. Questi effetti possono aumentare se il paziente sta assumendo un’altra medicina con effetti anticolinergici (es.:antidepressivi triciclici,neurolettici). A dosi elevate,gli antistaminici hanno effetti eccitatori piuttosto che depressivi sul sistema nervoso centrale (SNC). Tali effetti sembrano presentarsi con più probabilità nei bambini quando si raggiungono livelli tossici. Di conseguenza,è stato suggerito che gli antistaminici dovrebbe essere usati con cura in pazienti epilettici. Gli antistaminici dovrebbero essere evitati dai pazienti con glaucoma ad angolo stretto (chiuso),dato che gli effetti anticolinergici prodotti possono aumentare la pressione intraoculare. Essi potrebbero essere usati con cautela dai pazienti con affezione epatica o ipertrofia prostatica.

Decongestionanti: decongestionanti orali o topici possono essere usati da soli per ridurre la congestione nasale o in combinazione con un antistaminico. Essi possono essere molto utili nei pazienti che usano un farmaco di prevenzione come il cromoglicato di sodio,il beclometasone,in quanto la congestione può impedire al farmaco di raggiungere la mucosa nasale. I decongestionanti topici possono causare congestione di rimbalzo,specialmente seimpiegati in modo continuativo. Essi andrebbero impiegati al massimo per una settimana. Sono disponibili gocce oculari che contengono un antistaminico e un simpaticomimetico in combinazione e possono essere utili per i fastidiosi sintomi agli occhi,in particolar modo quando i sintomi sono intermittenti. Gli effetti simpaticomimetici sono in genere la vasocostrizione,la riduzione dell’irritazione e il rossore. In alcuni pazienti la vasocostrizione può causare bruciore quando questi farmaci vengono impiegati per la prima volta. Le gocce oculari non dovrebbero essere usate da pazienti che hanno un glaucoma o che usano lenti a contatto molli.

Steroidi in spray nasali: Beclometasone spray nasale e il triamcinolone spray nasale acquoso possono essere utilizzati per il trattamento della rinite allergica stagionale. Lo spray nasale a base di steroidi è il trattamento di scelta per i sintomi nasali da moderati a gravi. L’azione degli steroidi riduce l’infiammazione scatenata dagli allergeni. Un uso regolare è essenziale per ottenere un pieno beneficio e il trattamento dovrebbe essere continuato per tutta la stagione della febbre da fieno. Se i sintomi della febbre da fieno persistono,è probabile che occorrano parecchi giorni prima che si raggiunga l’effetto completo del trattamento. Secchezza della gola ed emorragie del naso sono occasionali. Beclometasone e triamcinolone spray nasali non dovrebbero essere prescritti a donne incinte o a persone affette da glaucoma.

Cromoglicato di sodio: questo è disponibile come OTC in gocce nasali o spray in gocce oculari. E’ disponibile un prodotto OTC come spray nasale che contiene cromoglicato di sodio con una piccola quantità di decongestionante. La quantità di decongestionante è troppo piccola per produrre la congestione di rimbalzo. Il cromoglicato può essere efficace come prevenzione se usato correttamente. E’ consigliato iniziare Il trattamento almeno una settimana prima del probabile inizio della stagione di febbre da fieno e da tale momento in poi il farmaco dovrebbe essere usato continuamente. Il cromoglicato in gocce oculari può essere efficace per il trattamento della sintomatologia che riguarda gli occhi, che non sono controllati dagli antistaminici. Il farmaco dovrebbe essere usato continuamente per avere un completo beneficio. Le gocce oculari andrebbero applicate 4 volte al dì(la posologia può essere modificata in virtù della gravità della patologia,l’età del paziente,l’assunzione contemporanea di altri farmaci ecc). Esse contengono il benzalconio cloruro e non dovrebbero essere usate da chi usa lenti a contatto molli.

CONSIGLI UTILI

  1. Chiudere i finestrini della vettura mentre si guida. Qualora acadesse il contrario potrebbe esserci un’alta concentrazione di polline all’interno dell’auto.
  2. Quando l’acaro della polvere è identificato come un problema,la pulizia della casa è essenziale. Sono in vendita speciali aspirapolvere che sono particolarmente efficaci.

Write Your Review

Your email address will not be published. Required fields are marked *

CART

X